Il consiglio dice sì alla piscina a Cala Reale

Il consiglio dice sì alla piscina a Cala Reale

1797

Approvato il piano attuativo di iniziativa privata inserito nel progetto speciale del Puc. Via libera per altri due piani attuativi: San Nicola ex Consorzio e distributore carburante

Stintino 4 agosto 2017 – Il paese avrà la piscina. La costruirà un privato grazie al via libera del consiglio che giovedì sera ha approvato il piano attuativo di iniziativa privata inserito nel “progetto speciale Cala Reale” previsto dal Puc. Durante la seduta consiliare sono stati approvati anche altri due piani attuativi di iniziativa privata, uno per il distributore di carburante all’ingresso del paese e l’altro per l’ex Consorzio di Pozzo San Nicola. A esporre i tre piani è stata l’assessora all’Urbanistica Francesca Demontis.

La piscina sarà costruita dal privato in località Cala Reale e sarà attigua all’omonimo albergo che sorge in quell’area. Per 25 anni sarà gestita e sottoposta a manutenzione da parte dell’hotel Cala Reale e sarà aperta al pubblico che, per l’accesso, pagherà un biglietto, scontato per i residenti. Dopo i 25 anni diventerà di proprietà del Comune e sarà ancora gestita dall’hotel Cala Reale che garantirà le manutenzioni. La piscina verrà caratterizzata da una struttura amovibile per la sua copertura, che la renderà utilizzabile anche nel periodo invernale. Oltre a una piscina per adulti, della dimensione di 25 metri per 15 metri è prevista la costruzione di una per bambini. Il progetto prevede poi la realizzazione di una palestra, un’area di aggregazione e un bar. Il piano attuativo consentirà al privato una premialità di circa 5mila metri cubi. «La realizzazione di questa piscina – ha sottolineato l’assessora – consentirà ai nostri concittadini di avere un’opportunità in più per praticare sport in paese, senza dover pensare a viaggi a Sassari o Porto Torres».

Nel cronoprogramma dei lavori del privato, le opere dovrebbero concludersi alla fine del 2018. I lavori avrebbero un costo di circa 2milioni di euro. «Stintino potrà avere una struttura sportiva che qualifica il territorio – ha aggiunto il sindaco Antonio Diana – e, nelle idee dei privati, c’è il programma di catalizzare flussi di atleti da tutto il mondo, per 11 mesi all’anno». La minoranza si è espressa favorevolmente nei riguardi del piano attuativo e il punto è stato votato all’unanimità.

Via libera, ma a maggioranza, per la realizzazione di una struttura ricettiva a Pozzo San Nicola, nell’area dell’ex Consorzio. Il piano attuativo di iniziativa privata prevede la realizzazione di una struttura con 14 stanze su due piani, oltre al recupero e restauro dell’edificio dell’ex consorzio. Un’area di 1600 metri quadri sarà destinata a parcheggi che il privato dovrà urbanizzare e poi cedere al Comune, mentre potranno restare al servizio della struttura ricettiva un posto auto ogni due posti letto.

È passato, infine, anche il piano attuativo per l’area del distributore carburanti. Sarà sempre all’ingresso del paese ma, tra le altre cose, l’area sarà riqualificata e saranno realizzate una zona parcheggi per i bus e una fascia di verde al confine con le campagne situate alle spalle della struttura.