Porto Torres – Stintino: 1-5

Porto Torres – Stintino: 1-5

Porto Torres. Lo Stintino calcio sfodera un’altra grande prestazione e con una perentoria cinquina abbatte il Porto Torres a domicilio. Eppure l’inizio della contesa si è giocata sul filo dell’equilibrio. Al 4′ Fabrizio Serra, di sinistro, gira a lato un cross di Murabito. Un minuto più tardi la risposta dello Stintino con Mattia Masia che di testa mette in angolo un velenoso traversone di Mulas, rischiando la più classica delle autoreti. I biancocelesti sbloccano il risultato al 10′: Muglia batte una punizione all’altezza del vertice destro dell’area di rigore, Valenti di testa colpisce la parte superiore della traversa e sul proseguimento dell’azione è Mulas a ribadire in rete sottomisura. Al 12′ il Porto Torres potrebbe rimettere le cose apposto quando, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, si accende una mischia rovente in area di rigore che la retroguardia biancoceleste allontana non senza qualche difficoltà. Il Porto Torres continua a portarsi in avanti con azioni sporadiche, dall’altra parte lo Stintino risponde presente ripartendo veloce in contropiede. Proprio un contropiede albiceleste, al 17′, è letale per i porto torresi: Doukar, servito in profondità da Muglia, entra in area e fulmina Giovanni Sanna con un diagonale a incrociare sul secondo palo. Al 23′ il Porto Torres ha la ghiotta  opportunità di rimettersi in carreggiata ma Fabrizio Serra fallisce il più classico dei tap – in mandando a lato di poco, dopo che Picconi aveva respinto malamente un tiro da fuori area di Luca Sotgiu. I rossoblù provano in tutti i modi a scuotersi ma lo Stintino colpisce ancora al 26′ quando Muglia sorprende Giovanni Sanna con un tiro direttamente su punizione da una distanza di circa 25 – 30 metri. Passano nove minuti dal cronometro e lo Stintino cala il poker con Tuccio bravo a girare in rete di testa un bel cross di Gianni. Il Porto Torres ormai tramortito, tenta comunque di andare al riposo con un passivo meno pesante. Al 38′ ci prova ancora Fabrizio Serra, ma il suo tiro da pochi passi è respinto col piede da Picconi. L’estremo difensore biancoceleste poi nulla può fare al 42′ quando, su una bella apertura di Serra,  Carrozzi lo supera scagliando un destro a giro dal limite dell’area di rigore. La gioia Porto torrese viene però smorzata a tempo scaduto quando Coghene viene espulso. I rossoblù saranno cosi costretti a giocare tutti i secondi 45′ in inferiorità numerica. Al rientro dagli spogliatoi, la prima azione degna di nota è di marca stintinese: al 51′ Doukar, su assist filtrante di Muglia, si vede respingere la sua conclusione da un’uscita davvero tempestiva di Giovanni Sanna. Al 72′ giunge il definitivo 1-5 firmato da Stefano Serra che infila Giovanni Sanna per la quinta volta con un potente tiro che si insacca sotto la traversa. I restanti minuti di gioco sono di ordinaria amministrazione per lo Stintino che effettua un veloce giro palla tra i vari reparti con delle belle trame tutte di prime intenzione. Il Porto Torres, in pieno recupero, ha l’ultima opportunità per dimezzare lo svantaggio: su cross dell’ex Stefano Pinna, Congiu tenta una conclusione acrobatica ma senza fortuna, Quarta vittoria per lo Stintino in altrettante partite di campionato  che , in compagnia della Macomerese, si conferma capolista del campionato. Dopo il buon pari ottenuto nel turno precedente in trasferta contro il Castelsardo, passo indietro per il Porto Torres che subisce la terza sconfitta in quattro partite.

A  fine partita ecco il commento del presidente dello Stintino calcio Angelo Schiaffino: << A nome della società e di tutto il direttivo  vorrei complimentarmi con la squadra e tutto lo staff per la bella prestazione e per l’ottimo inizio di campionato avuto sino ad ora. Il nostro obiettivo resta la salvezza e per raggiungerlo mancano ancora 28 punti.>>. Cosi il direttore sportivo del Porto Torres Tore Porqueddu : << L’anno scorso nei derby ci mettevamo grinta e impegno, quest’anno, tra campionato e coppa abbiamo preso dieci gol da questo Stintino che si è dimostrata squadra di grande valore. L’unica cosa da fare è che dobbiamo rimboccarci le maniche e ripartire già dalla prossima sfida che ci vedrà impegnati nella difficile trasferta contro l’Ozierese. >>

TABELLINO PORTO TORRES – STINTINO 1-5 (PRIMO TEMPO 1-4)
Porto Torres :
Giovanni Sanna, Mattia Masia, Murabito, Luca Sotgiu, Alessandro Cossu (46′ Stefano Pinna), PIttalis, Carrozzi, Congiu, Cagnoni (46′ Pianti) , Fabrizio Serra (55′ Lintas), Coghene. A disposizione: Gabriele Falchi, Pusceddu, Caravagna, Antonio Sini. Allenatore: Roberto Murgia.
Stintino : Picconi, Manunta, Cardone, Tuccio, Valenti, Carrucciu, Mulas, Gianni (71′ Antonio Sotgiu), Lamine Doukar (79′ Matteo Falchi), Muglia, Stefano Serra (73′ Matteo Gadau). A disposizione: Cabeccia, Fedeli, Alessandro Frau, Zucca. Allenatore: Stefano Udassi.
Arbitro: Andrea Bocchiddi sezione di Sassari.  Guardalinee: Salvatore Deriu e Maria Grazia Poddighe della sezione di Sassari.
Reti: 10′ Luca Mulas, 17′ Lamine Doukar, 26′ Franco Muglia, 35′ Paolo Tuccio, 42′ Carozzi, 72′ Stefano Serra.

Andrea Benenati