Stintino, apre al pubblico la prima biblioteca comunale Libri e riviste per...

Stintino, apre al pubblico la prima biblioteca comunale
Libri e riviste per i lettori stintinesi

740

STINTINO – La prima biblioteca comunale di Stintino si apre ai lettori. La struttura di piazza dei 45, inaugurata a maggio scorso alla presenza dell’arcivescovo di Sassari padre Paolo Atzei, offre ai giovani e meno giovani del paese l’opportunità di consultare un gran numero di volumi e prendere in prestito, tra quelli scelti, un massimo di due libri per volta. Tra le novità anche la possibilità di ricercare on line i libri della biblioteca.

I locali dell’edificio, che si affaccia sulla piazza dedicata ai fondatori di Stintino, sono articolati per aree funzionali, con spazi per una emeroteca, per la lettura e la consultazione e sala internet.

Cinque le sezioni nelle quali è stata organizzata la biblioteca costruita nell’ex casa Battaglieri-Marogna. Una è la “sezione speciale biblioteca per ragazzi”, quindi una “sezione speciale sulla documentazione locale della Sardegna”, una “sezione speciale dedicata al mare”, una “sezione speciale dedicata alla multimedialità e una “sezione emeroteca”.

Nella sezione dedicata ai ragazzi viene offerto un servizio per l’utenza tra i 3 e i 14 anni. La biblioteca poi collabora con le scuole del territorio nella realizzazione di progetti che abbiano come finalità la diffusione della lettura tra i ragazzi. Il prestito alle classi prevede che il numero dei volumi e il prestito siano concordati con gli insegnati.

La biblioteca inoltre cura la raccolta della documentazione locale storica e attuale su ogni tipo di supporto per documentare la storia e la vita culturale, sociale ed economica del territorio predisponendo progetti di valorizzazione dei documenti raccolti.

Un occhio di riguardo è dedicato alla raccolta della documentazione relativa al mare e agli aspetti ad esso collegati.

La biblioteca ha poi una sezione speciale di documenti audiovisivi ed è abbonata a un numero di riviste in grado di soddisfare un ampio numero di lettori.

L’amministrazione intende incrementare il patrimonio librario a disposizione, al momento raccolto con acquisti effettuati dal Comune, donazioni da parte della Fondazione Banco di Sardegna, altri Comuni e privati.

Oltre alla consultazione di testi propri e non in sede, è possibile usufruire del prestito dei volumi della biblioteca richiedendo la tessera. Il servizio, completamente gratuito, consente ad ogni tesserato di portare a casa due libri contemporaneamente per trenta giorni. Nei mesi scorsi il consiglio comunale di Stintino ha approvato proprio i regolamenti della biblioteca e del prestito.

Tra le novità anche la possibilità di effettuare la ricerca dei libri da leggere, e poi prendere in prestito, anche on line. Sul sito del Comune, infatti, nella pagina web dedicata alla biblioteca, nella sezione Cultura, Ambiente, Lavoro e Storia, è possibile consultare da casa il catalogo della biblioteca avviando una ricerca per titolo, autore e soggetto. Una volta che il lettore ha verificato la disponibilità del libro, potrà recarsi nella biblioteca di piazza dei 45 per chiederne in prestito una copia.

Fonte: stintinonotizie.it

ARTICOLI SIMILI

NON CI SONO COMMENTI

Rispondi