Stintino – Ozierese: 4-1

Stintino – Ozierese: 4-1

Stintino - Ozierese: 4-1
Stintino - Ozierese: 4-1

Seconda vittoria di fila  al Comunale Roccaruja e terza in altrettante partite di campionato per lo Stintino Calcio che superando con un perentorio 4-1 l’Ozierese, si conferma al comando della classifica a punteggio pieno in compagnia della Macomerese Calcio.

Tra le fila biancocelesti, rientra in difesa Carrucciu dopo la squalifica, mentre in attacco, Udassi si affida ancora al duo composto da Serra e il senegalese Doukar.

Privo di Salvatore Apeddu e Giovanni Sanna, Cantara si affida all’esperto capitano Paolo Demontis in mezzo al campo  e al sorprendente nazionale gabonese More Darboe, che a sua volta, completa il reparto avanzato dei canarini in compagnia di Riccardo Mulas e Alberto Apeddu. I senatori Galleu e Marceddu partono inizialmente dalla panchina.

I biancocelesti partono bene, con l’intento di prendere l’iniziativa, al cospetto di un avversario compatto, ordinato e ben disposto in campo. Al 4′ Muglia calcia una punizione dai 20 – 25 metri che termina tra le braccia di Cossu. Un minuto dopo, Muglia serve Serra che dal limite effettua una girata che sfila a lato. Al 6′ angolo di Muglia, arriva Carrucciu che prova il colpo di testa ma finisce per schiacciare troppo la sfera che a sua volta, sfila tra le braccia di Cossu. Al 10′ Serra controlla col destro e dopo una finta, tira un sinistro che non preoccupa Cossu. L’Ozierese, regge bene la leggera supremazia territoriale da parte dei padroni di casa e al 16′ si affaccia dalle parti di Picconi creando la prima azione degna di nota: una bella triangolazione tra Darboe e Porcu porta Mulas all’interno dell’area di rigore; il numero sette ospite finisce per smorzare troppo il pallone e Picconi può parare senza problemi. Il comando delle operazioni, pero’, è sempre in mano allo Stintino e al 19′ Cardone effettua con le mani una lunga rimessa laterale su cui Doukar, fa il velo per Muglia la cui rovesciata sfiora l’incrocio dei pali. Al 22′ Manunta effettua un traversone dal suo settore di appartenenza pescando Tuccio che da sinistra, dentro l’area di rigore, effettua una conclusione al volo che termina alta di pochissimo oltre la traversa. Al 28′ punizione di Muglia, Cossu fa il miracolo sul colpo di testa Doukar, l’azione prosegue e sulla respinta del portiere riprende Valenti che serve Gianni il quale da pochi metri mette dentro. L’arbitro Demontis in un primo momento convalida, ma su segnalazione dell’assistente Zanda, comunque ben posizionato, annulla. Col passare dei minuti l’Ozierese appare in crescita e con un paio di sortite offensive prova ad impensierire la retroguardia biancoceleste. Al 30′ Riccardo Mulas, all’altezza dell’area di rigore, prova ad impensierire Picconi con un tiro da fuori area senza però inquadrare lo specchio della porta. Al 35′ sugli sviluppi di una punizione, Bellu di testa anticipa tutti mandando fuori di poco alla sinistra di Picconi. Nel momento, forse migliore dell’arco dei 90′, l’Ozierese è costretta a capitolare quando lo Stintino sferra, nel giro di tre minuti, un uno – due micidiale che manda al tappetto Demontis e compagni. Al 37′ la sblocca Doukar che di testa insacca un cross di Muglia. Al 40′ giunge il bis della squadra di casa: lancio di Muglia (il migliore in campo) scavalca la difesa avversaria mettendo in moto Serra che, a tu per tu con Cossu,  non sbaglia mettendo dentro  con un pregevole pallonetto.

Nella ripresa il copione non cambia. Lo Stintino parte col piglio giusto e al 50′ Tuccio, dopo un triangolo con Doukar, entra in area e supera Cossu in uscita con un tiro di sinistro mandando però a lato. Un minuto più tardi, destro al volo di Manunta a cui Cossu risponde alzando in angolo con la punta delle dita. Al 59′ il terzo gol dei biancocelesti: Demontis punisce prima con un rigore e poi col rosso diretto un mani in area di rigore da parte di Manchia. Dal dischetto Muglia non sbaglia la trasformazione. In inferiorità numerica di uomini, l’Ozierese non ci sta e al 65′ Picconi respinge corto un tiro del neo – entrato Marceddu, sulla palla si avventa Darboe che mette in rete col più classico dei tap – in . L’Ozierese si catapulta così in avanti, tentando il tutto per tutto nel cercare di ridurre ulteriormente il passivo ma lo Stintino chiude i giochi al 84′: il neo – entrato Matteo Gadau, con un potente rasoterra di sinistro, fulmina Cossu per il definitivo 4-1. Per il giovane fuoriquota  classe 99′ e nativo di Stintino, è il suo primo gol con la maglia del suo paese.

A fine partita ecco il commento del presidente dei biancocelesti Angelo Schiaffino: “ E’ un buon momento per il nostro club e ne siamo felici. E’ importante mettere fieno in cascina per i periodi più difficili. Abbiamo già scritto un pezzo di storia del nostro club che non era  mai stato in vetta alla classifica del campionato di promozione e questo già non è poco, poi vedremo che succederà.

Siamo sicuri che il pubblico  – continua Schiaffino – che ci ha seguiti finora si sia divertito e a tal proposito colgo l’occasione per rivolgermi anche qui a chi di dovere degli amministratori del nostro Comune perché si possa, se fattibile, rendere quanto prima la struttura del Roccaruja più completa, accogliente ed ospitale. Lo merita il club, lo meritano i nostri sostenitori che aumentano di domenica in domenica e lo meritano sopratutto i nostri ospiti. In questo non siamo primi in classifica ma siamo ancora una cenerentola della nostra categoria, o meglio un brutto anatroccolo che diventerà un bel cigno ma serve fare quadrato su questo aspetto anche perché la nostra stessa località, che tra l’altro vive di turismo e di immagine rischia di non farci fare belle figure. “

A commentare la sconfitta dell’ Ozierese ci pensa il suo tecnico Giuseppe Cantara: “ Niente da dire, sopratutto quando vai a perdere contro un avversario che ti è stato superiore.  Per trenta minuti siamo stati in partita fino al 35′ poi quei due gol presi nel giro di pochi minuti hanno cambiato sicuramente l’atteggiamento della squadra che si è innervosita, forse perdendo anche qualche certezza. Nell’intervallo avevo raccomandato ai ragazzi di non mollare, di stare calmi e di tornare in partita in quanto il 2-0 era un risultato che si poteva recupera poi l’ episodio del rigore e dell’espulsione di Manchia ha di fatto spento definitivamente ogni nostra speranza” .

Stintino – Ozierese 4-1

Stintino: Picconi, Manunta, Cardone, Tuccio, Valenti, Carrucciu, Luca Mulas, Gianni, Doukar (82′ Falchi), Muglia (82′ Sotgiu ), Serra (77′ Gadau ). A disposizione: Cabeccia, Fedeli, Scanu, Zucca. Allenatore : Stefano Udassi.

Ozierese: Cossu, Correddu (65′ Prato), Corosu, Bellu (77′ Galleu), Demontis, Manchia, Riccardo Mulas (52′ Marceddu), Deledda, Alberto Apeddu, Darboe, Porcu. A disposizione: Carta, Solinas, Fenu, Zoroddu. Allenatore: Giuseppe Cantara.

Arbitro: Demontis di Sassari. Guardalinee: Paolino di Alghero e Zanda di Sassari.

Reti: 37′ Doukar, 40′ Serra, 59′ Muglia (rigore), 65′ Darboe, 84′ Gadau.

Andrea Benenati