Tags Post taggati con "Comune di Stintino"

Comune di Stintino

227
AperiMut: Il mondo di Nani Tedeschi in 100 cartoline
AperiMut: Il mondo di Nani Tedeschi in 100 cartoline

Continuano gli AperiMut, aperitivi tematici con presentazioni di libri, vernissage, conferenze scientifiche e archeologiche. Doppio appuntamento sabato 6 maggio 2017: alle 18:30 inaugurazione della mostra “Il mondo di Nani Tedeschi in 100 cartoline” e alle 19 un incontro scientifico dal titolo “L’isola dei centenari”.
L’esposizione, curata da Paolo Greco e Silvia De Franceschi, vuole rendere conto del percorso di Nani Tedeschi, pittore e disegnatore emiliano. Viene ricostruito lo studio dell’artista, con fotografie, articoli di giornale, bozzetti originali, e una piccola serie di quadri. Fulcro della mostra le cartoline: si trovano le vedute del Po, quella Bassa reggiana dove è nato, le rocce della Sardegna, dov’è vissuto e che ha amato, boschi, animali di terra e di mare, e quei personaggi fantastici rubati alla letteratura, che si trovano a girovagare in luoghi dove non sono mai stati, come Don Chisciotte all’Asinara.

Alle 19 Luca Deiana, responsabile del progetto Akea, che indaga le possibili cause della longevità dei sardi, dialogherà con Ciriaco Carru, docente di Biochimica clinica e Biologia molecolare clinica all’Università di Sassari. Il progetto, uno studio genetico dei marcatori della salute e della longevità, va avanti ormai da vent’anni, e ha portato al censimento di circa 18mila sardi, ultracentenari e ultraottantenni, e alla creazione di una biobanca in continua crescita.


A seguire, come di consueto, una degustazione di vini della Cantina Santa Maria la Palma

340
Riapre il Mut, c'è il “Tempo della memoria 6”
Riapre il Mut, c'è il “Tempo della memoria 6”

Sabato pomeriggio sarà presentato il nuovo volume sulla storia di Stintino e dell’Asinara. Pronto il calendario delle attività della stagione 2017

Dopo la pausa invernale il Museo della Tonnara di Stintino è pronto per riaprire le porte. Il 15 aprile, infatti, si inaugura la seconda stagione del Mut con la presentazione del volume Il tempo della memoria 6.

Il pomeriggio si articola in due momenti differenti: alle 17 è prevista una visita guidata al museo, condotta dal direttore scientifico Salvatore Rubino. Un’opportunità per scoprire, o riscoprire, il patrimonio museale del Mut, il suo percorso multimediale, la sezione archeologica, quella scientifica, per concludere con la quadreria, un’esposizione permanente di opere selezionate di artisti sardi dedicate alla vita in tonnara.

Alle 18,30 si prosegue con la presentazione del libro di Antonio Diana “Il tempo della memoria 6”. In conversazione con Eugenio Cossu, il sindaco di Stintino esporrà i contenuti della nuova pubblicazione, che, come le precedenti, racconta alcuni momenti della storia di Stintino e dell’isola dell’Asinara. Stavolta Antonio Diana parte con la descrizione delle barche e degli attrezzi di tonnara, per svelare alcuni segreti della pesca al tonno. Continua con un capitolo dedicato all’apertura del Museo della Tonnara, per poi addentrarsi nella storia dell’Asinara, tratteggiando sia la vicenda dei prigionieri austro-ungarici durante la Prima guerra mondiale che la nascita di Cala d’Oliva. Il volume si conclude con una sorta di censimento delle famiglie di pescatori e agricoltori presenti all’Asinara nell’Ottocento e delle famiglie di pescatori arrivate dalla Liguria a Cala d’Oliva.

In seguito la curatrice del Mut Esmeralda Ughi presenterà il calendario delle attività per la nuova stagione. Tanti gli appuntamenti in programma, serate di approfondimento archeologico, presentazioni di libri, concerti e mostre temporanee. E, per concludere, sarà offerta ai presenti una degustazione di vini della Cantina Santa Maria La Palma.

A partire dall’inaugurazione e per tutto il mese di aprile il Mut sarà aperto nelle seguenti giornate: venerdì dalle 15,30 alle 19; sabato e domenica dalle 11 alle 13 e dalle 15,30 alle 19; lunedì 17 e martedì 25 aprile dalle 11 alle 13 e dalle 15,30 alle 19.

303
Tutti a Iscola: al Mut un laboratorio per le scuole
Tutti a Iscola: al Mut un laboratorio per le scuole

Il Museo della Tonnara ammesso al progetto regionale contro la dispersione scolastica.

Il Museo della Tonnara di Stintino è una delle strutture ammesse al progetto “Tutti a Iscola-Scuole aperte”, che propone una serie di laboratori didattici sull’intero territorio regionale. Il progetto, promosso dall’assessorato della Pubblica istruzione della Regione Sardegna, mira a contrastare la dispersione scolastica con la promozione di percorsi di insegnamento innovativi.

Il laboratorio, dal titolo “Follow the tunafish al Mut! Segui il tonno al Museo della Tonnara” è promosso da Comunica società cooperativa e dal Centro Studi sulla Civiltà del Mare ed è rivolto alle scuole primarie e secondarie della provincia di Sassari. Gli studenti saranno membri di una flotta immaginaria che viaggerà nel Golfo dell’Asinara per scoprire, attraverso le vie dei tonni, i paesaggi terrestri e i paesaggi marini che si snodano tra l’Asinara, Stintino e Porto Torres.

Il Mut sarà il quartier generale per l’esplorazione, il porto di partenza e l’approdo dell’avventura. Si partirà con la visita al museo, per conoscere gli spazi, si prenderà poi confidenza con le mappe cartografiche, le carte nautiche e topografiche del Golfo dell’Asinara e si faranno esercizi e giochi di geomapping e geotagging su mappe digitali. Gli studenti cercheranno informazioni storiche, archeologiche, antropologiche sulla tonnara e sui luoghi ad essa legati e potranno intervistare i protagonisti di quel mondo, i tonnarotti.

Sarà un viaggio emozionale ed esplorativo finalizzato alla produzione di video-racconti, documenti multimediali che diventeranno patrimonio del Mut e che saranno fruibili al pubblico. Le scuole interessate possono candidarsi scrivendo alla mail info@mutstintino.com o chiamando al numero 3493108072.

«Quello ottenuto dal Mutafferma il primo cittadino Antonio Diana – rappresenta un obiettivo importante e ci convince sempre più del fatto che la presenza di questa struttura sul nostro territorio sia utile a trasmettere ai giovani i valori del mare e della tradizione sui quali, da anni, puntiamo. La strada è quella giusta, continuiamo così».

Continuano dunque le attività del Museo del Tonnara, che si prepara anche a festeggiare il primo anno di vita. Il 18 giugno prossimo, infatti, sarà una giornata speciale, non solo perché si celebrerà il primo compleanno del Mut, ma anche perché la stessa data è stata scelta come Giornata nazionale dei Piccoli Musei. «Abbiamo deciso di aderire all’evento promosso dall’Associazione Nazionale dei Piccoli Musei, di cui siamo orgogliosamente soci, perché condividiamo l’idea di accoglienza che sta alla base dell’iniziativa – sottolinea la curatrice del Mut Esmeralda Ughi –. Sin dall’apertura, il nostro museo ha cercato di contraddistinguersi per la capacità di essere accogliente e di offrire esperienze originali attraverso lo stretto legame con il territorio e la comunità».

La doppia celebrazione sarà un’occasione per aprire le porte a vecchi e nuovi amici del Museo, che saranno omaggiati con un dono per festeggiare l’importante ricorrenza. «Non solo le nostre porte saranno aperte e l’ingresso sarà gratuito, ma il nostro obiettivo è quello di essere in grado, attraverso un gesto d’accoglienza, di esprimere la cultura del museo e la sua identità – continua la curatrice –, un dono che possa simboleggiare la capacità di accoglienza del nostro museo. Ma non solo, vorremmo anche far comprendere a coloro che saranno nostri e nostre ospiti, in quella giornata, qual è la passione che ha dato vita al Mut e che continua ad animarlo giorno dopo giorno».

707

Venerdì gli alunni delle medie e della 5 elementare saranno impegnati in letture, nella visione di una pellicola sulla Shoah e in un dibattito per non dimenticare il dramma dell’Olocausto.

STINTINO 26 gennaio 2017 – Una giornata solenne, dedicata a celebrare e ricordare la Shoah e non solo. Venerdì 27 gennaio i ragazzi delle scuole medie di Stintino saranno in classe, tra letture, la visione di una pellicola e un dibattito di approfondimento in occasione del “Giorno della Memoria”.

A predisporre il programma è stata la docente di Italiano Anna Soranna che ha voluto allargare la partecipazione anche agli alunni della quinta elementare di via Lepanto.

Il progetto “La Shoah” è la sintesi di un percorso didattico, sviluppato nell’ambito dell’educazione alla cittadinanza, insegnamento trasversale che si pone tre obiettivi. Il primo è la comprensione e la valorizzazione delle differenze culturali, il secondo quello della sensibilizzazione verso la difesa dei diritti umani quindi il terzo la disponibilità alla soluzione non violenta dei conflitti, come testimoniano grandi uomini quali Gandhi, Martin Luther King e Nelson Mandela.

«Siamo contenti che i nostri ragazzi siano impegnati in questo progetto che – afferma l’Assessora alla Pubblica istruzione Antonella Mariani – riteniamo importante per i valori che si intendono trasmettere. È doveroso, infatti, che quello che è accaduto settantanni fa venga fatto conoscere alle giovani generazioni, perché ciò che è stato non possa ritornare. Una giornata che li vede partecipi attivamente, e il nostro grazie va all’impegno dei docenti».

A partire dalle prime ore verranno letti e commentati testi significativi tratti dai libri di Anna Frank e Primo Levi e ricordate alcune canzoni coinvolgenti. Sarà quindi proiettato un film sul tema della Shoah, “La chiave di Sara”, al quale seguirà un dibattito.

677
Un successo di pubblico per il presepe di Stintino
Un successo di pubblico per il presepe di Stintino

Sarà visitabile ancora sino a domenica. Tanti i visitatori che hanno fatto tappa al porto Minori dove è stato allestito. È andato in onda nelle trasmissioni di Rai Uno.

Un successo costruito nel tempo e che mostra l’apprezzamento che in questi otto anni il pubblico ha attribuito all’iniziativa. Il presepe a grandezza naturale realizzato a Stintino chiude con un alto numero di visitatori e la soddisfazione dell’amministrazione comunale e dell’associazione “Il tempo della memoria”.

Quest’anno la scelta di allestire il presepe nell’area del porto vecchio ha reso la rappresentazione della Natività ancora più suggestiva, conferendo quasi quel tocco di realtà all’ambiente riprodotto. Così le statue hanno dato il benvenuto al visitatore che ha iniziato da via Lepanto il percorso per raggiungere la capanna con la Sacra Famiglia. Negli spazi verdi e lungo il pontile sono state sistemate le oltre cento statue a grandezza naturale mentre la capanna è stata allestita nella piazzetta delle vele dove sono presenti anche altri personaggi.

Scene di vita e di attività lavorativa, con statue che rappresentano artigiani, pastori, pescatori, contadini della realtà sarda che “convivono” con altri personaggi che arrivano dalla Serbia, dalla Grecia e dall’Europa dell’Est. Statue e soggetti ai quali quest’anno si sono aggiunte le opere in pietra realizzate da alcuni artigiani di Mamoiada, Ottana e Orotelli che hanno riprodotto in pietra le maschere tipiche del carnevale isolano, cioè il mamuthone, l’issohadore, il boe, il merdùle, sa filonzana, e il thurpo singolo e i thurpos al giogo.

«Sono tutte queste statue, con la loro origine, le loro caratteristiche che hanno ispirato il nome per il nostro presepe, la “Betlemmme d’Europa” – afferma il sindaco di Stintino Antonio Diana – Bellezze uniche e che nei giorni delle vacanze di Natale hanno visto tantissimi visitatori affollare il lungomare Colombo. Se non fosse stato per i cappotti, avremmo pensato di essere nel mese luglio».

Il presepe ha quindi trovato ospitalità sui media locali e nazionali, a esempio, sono stati realizzati servizi televisivi su due trasmissioni andate in onda su Rai Uno, prima su Uno Mattina e poi su La vita in diretta.

Chi volesse visitarlo ha ancora due giorni di tempo, poi lunedì gli operai del Comune inizieranno a ritirale le statue che verranno conservate nel palazzo comunale.

L’idea dell’associazione “Il tempo della memoria” è quella di realizzare un museo delle arti e dei mestieri in cui posizionare le statue che verrebbero inserite in un percorso espositivo dedicato.

NEWS

152
A palazzo comunale l'incontro con l'amministrazione. Mercoledì sarà a Porto Torres e ad Alghero quindi giovedì sull''Asinara per la commemorazione dei soldati ungheresi che...

EVENTI