Tags Post taggati con "Museo della Tonnara di Stintino"

Museo della Tonnara di Stintino

3824

Ricco cartellone di appuntamenti sino a fine mese: dal 25 al 27 la regata di vela latina e “Isola in vetrina”.

Stintino 16 agosto 2017 – Un appuntamento al giorno sino a fine mese accompagnerà stintinesi e turisti in questa seconda meta di agosto. Dopo i fuochi d’artificio, organizzati lo scorso 14 agosto dal Comune per festeggiare i 132 anni del paese, il cartellone degli eventi predisposto dall’assessorato comunale alla Cultura e Spettacoli, guidato da Francesca Demontis, regalerà ancora tante emozioni. Due gli eventi clou del mese, dal 25 al 27: la regata di vela latina, arrivata alla 35esima edizione, e “Isola in vetrina”, la rassegna promozionale di prodotti della Sardegna. Venerdì 18 agosto, intanto, tutti in piazza dei 45 per la sagra del maiale allo spiedo.

Lo spettacolo pirotecnico del 14 agosto ha raccolto un grande successo. Sul lungomare Cristoforo Colombo un pubblico delle grandi occasioni non è mancato all’appuntamento che, nell’idea dell’amministrazione comunale, vuole essere, da una parte, occasione per festeggiare l’arrivo del Ferragosto e, dall’altra, per ricordare la storia del paese. Il 15 agosto del 1885, infatti, “nasceva” Stintino a opera delle 45 famiglie, in prevalenza di origine ligure, ponzese e alcune sarde, che “sfrattate” dall’Asinara arrivarono su questo fazzoletto di terra per fondare il piccolo paese.

Il 17 agosto ritorna la “Notte a Colori”, l’appuntamento con la lunga notte di appuntamenti per le vie del paese e tanta animazione per bambini e famiglie. Il 18 agosto la piazza dei 45 ospiterà la Sagra del maiale allo spiedo e sarà l’occasione per un assaggio di una specialità preparata da abili arrostitori.

Quindi tre appuntamenti con l’AperiMut al Museo della tonnara: il 17 agosto alle ore 19 con la conferenza archeologica di Alessandro Teatini su “Una nuova luce per l’archeologia di Porto Torres, antica Turris Libisonis”; quindi il 18 agosto alle ore 19 la presentazione del libro “Afonie indispensabili. Incontri di-versi” del poeta Gavino Puggioni; infine il 19 agosto con la presentazione del libro del fotografo Bruno Manunza “Funghi, colori e forme del sottobosco”.

Per i bambini e le famiglie, poi, tutti i giovedì appuntamento con il “Circomobile in piazza” in largo Cala d’Oliva. Imartedì e i mercoledì, invece, tutti sulla banchina del Porto Vecchio per gli appuntamenti con il cinema (22 agosto Beata Ignoranza, 29 agosto La La Land e il 30 agosto Inside Out).

Due gli appuntamenti che torneranno puntuali negli angoli caratteristici del paese. I porti Mannu e Minori e il mare della Pelosa, dal 25 al 27 agosto, faranno da palcoscenico alla regata di vela latina arrivata all’edizione numero 35.

Nelle stesse giornate “Isola in vetrina”, l’appuntamento con la rassegna dei prodotti della Sardegna richiamerà un gran numero di visitatori per le vie del paese.

Farmasinara: la cosmesi firmata Sardegna
Farmasinara: la cosmesi firmata Sardegna

La presentazione del progetto sabato 27 maggio al Museo della Tonnara di Stintino.

 Creare prodotti cosmetici con le piante dell’Asinara. Questo è lo scopo di Farmasinara, un progetto di studio e lavorazione delle risorse naturali presenti sull’isola. Sabato 27 maggio alle ore 18:30 al Museo della Tonnara di Stintino Giorgio Pintore, professore di Farmacognosia all’Università di Sassari parlerà della nascita e dell’evoluzione del progetto, di cui è ideatore.

«È un sogno che diventa realtàdichiara –. Siamo partiti con la ricerca scientifica nel 2013, in sinergia con il Parco Nazionale dell’Asinara, e nel 2017 siamo arrivati ad essere finalisti dell’Italian Master Startup Award, che premia le startup nate in ambito accademico». Dagli esordi ad oggi l’officina cosmetica ha fatto notevoli passi avanti, divenendo una spin off universitaria con circa dodici collaboratori. «Uno degli obiettivi – continua Pintore – è sempre stato quello di creare delle opportunità lavorative per i laureati del settore farmaceutico che fossero diverse dall’impiego al banco. E oggi possiamo dire di essere sulla buona strada».

Farmasinara non punta solo alla valorizzazione delle risorse umane del territorio, ma anche a fornire un esempio di sviluppo economico ecosostenibile. La lavorazione e la produzione avvengono interamente all’Asinara, e – ad oggi – sono oltre una ventina i cosmetici in commercio, dall’olio per il corpo alla candela per il massaggio, dalla crema per il viso al sapone da barba, tutti ottenuti con l’utilizzo dell’elicriso, della lavanda, del rosmarino e del lentisco. Ma lo studio delle piante autoctone prosegue e la ricerca è finalizzata alla produzione di ulteriori prodotti.

L’officina cosmetica che ha sede a Cala Reale è aperta al pubblico per la commercializzazione fino al 30 ottobre, ma un punto vendita è presente anche a Sassari al Centro commerciale Tanit. Inoltre dal 27 maggio e per tutta la stagione estiva sarà allestito un corner promozionale anche al Museo della Tonnara di Stintino.

227
AperiMut: Il mondo di Nani Tedeschi in 100 cartoline
AperiMut: Il mondo di Nani Tedeschi in 100 cartoline

Continuano gli AperiMut, aperitivi tematici con presentazioni di libri, vernissage, conferenze scientifiche e archeologiche. Doppio appuntamento sabato 6 maggio 2017: alle 18:30 inaugurazione della mostra “Il mondo di Nani Tedeschi in 100 cartoline” e alle 19 un incontro scientifico dal titolo “L’isola dei centenari”.
L’esposizione, curata da Paolo Greco e Silvia De Franceschi, vuole rendere conto del percorso di Nani Tedeschi, pittore e disegnatore emiliano. Viene ricostruito lo studio dell’artista, con fotografie, articoli di giornale, bozzetti originali, e una piccola serie di quadri. Fulcro della mostra le cartoline: si trovano le vedute del Po, quella Bassa reggiana dove è nato, le rocce della Sardegna, dov’è vissuto e che ha amato, boschi, animali di terra e di mare, e quei personaggi fantastici rubati alla letteratura, che si trovano a girovagare in luoghi dove non sono mai stati, come Don Chisciotte all’Asinara.

Alle 19 Luca Deiana, responsabile del progetto Akea, che indaga le possibili cause della longevità dei sardi, dialogherà con Ciriaco Carru, docente di Biochimica clinica e Biologia molecolare clinica all’Università di Sassari. Il progetto, uno studio genetico dei marcatori della salute e della longevità, va avanti ormai da vent’anni, e ha portato al censimento di circa 18mila sardi, ultracentenari e ultraottantenni, e alla creazione di una biobanca in continua crescita.


A seguire, come di consueto, una degustazione di vini della Cantina Santa Maria la Palma

340
Riapre il Mut, c'è il “Tempo della memoria 6”
Riapre il Mut, c'è il “Tempo della memoria 6”

Sabato pomeriggio sarà presentato il nuovo volume sulla storia di Stintino e dell’Asinara. Pronto il calendario delle attività della stagione 2017

Dopo la pausa invernale il Museo della Tonnara di Stintino è pronto per riaprire le porte. Il 15 aprile, infatti, si inaugura la seconda stagione del Mut con la presentazione del volume Il tempo della memoria 6.

Il pomeriggio si articola in due momenti differenti: alle 17 è prevista una visita guidata al museo, condotta dal direttore scientifico Salvatore Rubino. Un’opportunità per scoprire, o riscoprire, il patrimonio museale del Mut, il suo percorso multimediale, la sezione archeologica, quella scientifica, per concludere con la quadreria, un’esposizione permanente di opere selezionate di artisti sardi dedicate alla vita in tonnara.

Alle 18,30 si prosegue con la presentazione del libro di Antonio Diana “Il tempo della memoria 6”. In conversazione con Eugenio Cossu, il sindaco di Stintino esporrà i contenuti della nuova pubblicazione, che, come le precedenti, racconta alcuni momenti della storia di Stintino e dell’isola dell’Asinara. Stavolta Antonio Diana parte con la descrizione delle barche e degli attrezzi di tonnara, per svelare alcuni segreti della pesca al tonno. Continua con un capitolo dedicato all’apertura del Museo della Tonnara, per poi addentrarsi nella storia dell’Asinara, tratteggiando sia la vicenda dei prigionieri austro-ungarici durante la Prima guerra mondiale che la nascita di Cala d’Oliva. Il volume si conclude con una sorta di censimento delle famiglie di pescatori e agricoltori presenti all’Asinara nell’Ottocento e delle famiglie di pescatori arrivate dalla Liguria a Cala d’Oliva.

In seguito la curatrice del Mut Esmeralda Ughi presenterà il calendario delle attività per la nuova stagione. Tanti gli appuntamenti in programma, serate di approfondimento archeologico, presentazioni di libri, concerti e mostre temporanee. E, per concludere, sarà offerta ai presenti una degustazione di vini della Cantina Santa Maria La Palma.

A partire dall’inaugurazione e per tutto il mese di aprile il Mut sarà aperto nelle seguenti giornate: venerdì dalle 15,30 alle 19; sabato e domenica dalle 11 alle 13 e dalle 15,30 alle 19; lunedì 17 e martedì 25 aprile dalle 11 alle 13 e dalle 15,30 alle 19.

303
Tutti a Iscola: al Mut un laboratorio per le scuole
Tutti a Iscola: al Mut un laboratorio per le scuole

Il Museo della Tonnara ammesso al progetto regionale contro la dispersione scolastica.

Il Museo della Tonnara di Stintino è una delle strutture ammesse al progetto “Tutti a Iscola-Scuole aperte”, che propone una serie di laboratori didattici sull’intero territorio regionale. Il progetto, promosso dall’assessorato della Pubblica istruzione della Regione Sardegna, mira a contrastare la dispersione scolastica con la promozione di percorsi di insegnamento innovativi.

Il laboratorio, dal titolo “Follow the tunafish al Mut! Segui il tonno al Museo della Tonnara” è promosso da Comunica società cooperativa e dal Centro Studi sulla Civiltà del Mare ed è rivolto alle scuole primarie e secondarie della provincia di Sassari. Gli studenti saranno membri di una flotta immaginaria che viaggerà nel Golfo dell’Asinara per scoprire, attraverso le vie dei tonni, i paesaggi terrestri e i paesaggi marini che si snodano tra l’Asinara, Stintino e Porto Torres.

Il Mut sarà il quartier generale per l’esplorazione, il porto di partenza e l’approdo dell’avventura. Si partirà con la visita al museo, per conoscere gli spazi, si prenderà poi confidenza con le mappe cartografiche, le carte nautiche e topografiche del Golfo dell’Asinara e si faranno esercizi e giochi di geomapping e geotagging su mappe digitali. Gli studenti cercheranno informazioni storiche, archeologiche, antropologiche sulla tonnara e sui luoghi ad essa legati e potranno intervistare i protagonisti di quel mondo, i tonnarotti.

Sarà un viaggio emozionale ed esplorativo finalizzato alla produzione di video-racconti, documenti multimediali che diventeranno patrimonio del Mut e che saranno fruibili al pubblico. Le scuole interessate possono candidarsi scrivendo alla mail info@mutstintino.com o chiamando al numero 3493108072.

«Quello ottenuto dal Mutafferma il primo cittadino Antonio Diana – rappresenta un obiettivo importante e ci convince sempre più del fatto che la presenza di questa struttura sul nostro territorio sia utile a trasmettere ai giovani i valori del mare e della tradizione sui quali, da anni, puntiamo. La strada è quella giusta, continuiamo così».

Continuano dunque le attività del Museo del Tonnara, che si prepara anche a festeggiare il primo anno di vita. Il 18 giugno prossimo, infatti, sarà una giornata speciale, non solo perché si celebrerà il primo compleanno del Mut, ma anche perché la stessa data è stata scelta come Giornata nazionale dei Piccoli Musei. «Abbiamo deciso di aderire all’evento promosso dall’Associazione Nazionale dei Piccoli Musei, di cui siamo orgogliosamente soci, perché condividiamo l’idea di accoglienza che sta alla base dell’iniziativa – sottolinea la curatrice del Mut Esmeralda Ughi –. Sin dall’apertura, il nostro museo ha cercato di contraddistinguersi per la capacità di essere accogliente e di offrire esperienze originali attraverso lo stretto legame con il territorio e la comunità».

La doppia celebrazione sarà un’occasione per aprire le porte a vecchi e nuovi amici del Museo, che saranno omaggiati con un dono per festeggiare l’importante ricorrenza. «Non solo le nostre porte saranno aperte e l’ingresso sarà gratuito, ma il nostro obiettivo è quello di essere in grado, attraverso un gesto d’accoglienza, di esprimere la cultura del museo e la sua identità – continua la curatrice –, un dono che possa simboleggiare la capacità di accoglienza del nostro museo. Ma non solo, vorremmo anche far comprendere a coloro che saranno nostri e nostre ospiti, in quella giornata, qual è la passione che ha dato vita al Mut e che continua ad animarlo giorno dopo giorno».

NEWS

152
A palazzo comunale l'incontro con l'amministrazione. Mercoledì sarà a Porto Torres e ad Alghero quindi giovedì sull''Asinara per la commemorazione dei soldati ungheresi che...

EVENTI