Tutti a Iscola: al Mut un laboratorio per le scuole

Tutti a Iscola: al Mut un laboratorio per le scuole

354
Tutti a Iscola: al Mut un laboratorio per le scuole
Tutti a Iscola: al Mut un laboratorio per le scuole

Il Museo della Tonnara ammesso al progetto regionale contro la dispersione scolastica.

Il Museo della Tonnara di Stintino è una delle strutture ammesse al progetto “Tutti a Iscola-Scuole aperte”, che propone una serie di laboratori didattici sull’intero territorio regionale. Il progetto, promosso dall’assessorato della Pubblica istruzione della Regione Sardegna, mira a contrastare la dispersione scolastica con la promozione di percorsi di insegnamento innovativi.

Il laboratorio, dal titolo “Follow the tunafish al Mut! Segui il tonno al Museo della Tonnara” è promosso da Comunica società cooperativa e dal Centro Studi sulla Civiltà del Mare ed è rivolto alle scuole primarie e secondarie della provincia di Sassari. Gli studenti saranno membri di una flotta immaginaria che viaggerà nel Golfo dell’Asinara per scoprire, attraverso le vie dei tonni, i paesaggi terrestri e i paesaggi marini che si snodano tra l’Asinara, Stintino e Porto Torres.

Il Mut sarà il quartier generale per l’esplorazione, il porto di partenza e l’approdo dell’avventura. Si partirà con la visita al museo, per conoscere gli spazi, si prenderà poi confidenza con le mappe cartografiche, le carte nautiche e topografiche del Golfo dell’Asinara e si faranno esercizi e giochi di geomapping e geotagging su mappe digitali. Gli studenti cercheranno informazioni storiche, archeologiche, antropologiche sulla tonnara e sui luoghi ad essa legati e potranno intervistare i protagonisti di quel mondo, i tonnarotti.

Sarà un viaggio emozionale ed esplorativo finalizzato alla produzione di video-racconti, documenti multimediali che diventeranno patrimonio del Mut e che saranno fruibili al pubblico. Le scuole interessate possono candidarsi scrivendo alla mail info@mutstintino.com o chiamando al numero 3493108072.

«Quello ottenuto dal Mutafferma il primo cittadino Antonio Diana – rappresenta un obiettivo importante e ci convince sempre più del fatto che la presenza di questa struttura sul nostro territorio sia utile a trasmettere ai giovani i valori del mare e della tradizione sui quali, da anni, puntiamo. La strada è quella giusta, continuiamo così».

Continuano dunque le attività del Museo del Tonnara, che si prepara anche a festeggiare il primo anno di vita. Il 18 giugno prossimo, infatti, sarà una giornata speciale, non solo perché si celebrerà il primo compleanno del Mut, ma anche perché la stessa data è stata scelta come Giornata nazionale dei Piccoli Musei. «Abbiamo deciso di aderire all’evento promosso dall’Associazione Nazionale dei Piccoli Musei, di cui siamo orgogliosamente soci, perché condividiamo l’idea di accoglienza che sta alla base dell’iniziativa – sottolinea la curatrice del Mut Esmeralda Ughi –. Sin dall’apertura, il nostro museo ha cercato di contraddistinguersi per la capacità di essere accogliente e di offrire esperienze originali attraverso lo stretto legame con il territorio e la comunità».

La doppia celebrazione sarà un’occasione per aprire le porte a vecchi e nuovi amici del Museo, che saranno omaggiati con un dono per festeggiare l’importante ricorrenza. «Non solo le nostre porte saranno aperte e l’ingresso sarà gratuito, ma il nostro obiettivo è quello di essere in grado, attraverso un gesto d’accoglienza, di esprimere la cultura del museo e la sua identità – continua la curatrice –, un dono che possa simboleggiare la capacità di accoglienza del nostro museo. Ma non solo, vorremmo anche far comprendere a coloro che saranno nostri e nostre ospiti, in quella giornata, qual è la passione che ha dato vita al Mut e che continua ad animarlo giorno dopo giorno».