News
Le notizie pubblicate su WebStintino Da utilizzare in sinergia con: Lastest News - Nell'app vengono visualizzate nel pannello "News" Primo Piano - Nell'app vengono visualizzate nel pannello "Home"

0 5767
A Stintino le musiche e i balli di
A Stintino le musiche e i balli di "A manu tenta"

Il festival internazionale del folklore in tour approda a ferragosto nel paese costiero.

I vent’anni del gruppo folk San Giorgio di Usini e del festival “A manu tenta” toccano quest’anno il comune di Stintino. Grazie alla disponibilità e all’intesa con l’amministrazione comunale stintinese, cittadini e turisti potranno trascorrere un ferragosto diverso, all’insegna della cultura e delle danze tradizionali provenienti da diverse parti del mondo. Oltre ai balli della Sardegna del gruppo folk San Giorgio, nella piazza dei 45, a partire dalle 21,30, saranno ospiti di Stintino i gruppi internazionali provenienti da Messico, Argentina, Ucraina, Perù e Cile.

«Si tratta di un’importante occasione per il nostro paese – afferma l’assessore al Turismo Francesca Demontis – da una parte festeggeremo la fondazione di Stintino e i suoi 133 anni di storia; dall’altra rinsaldiamo quel legame con i paesi dell’entroterra della nostra isola che portano la loro cultura e, come in questo caso, la cultura di popoli e nazioni lontane. Un’opportunità di fare rete e promuovere i territori della nostra Sardegna, e non solo».

Il festival A manu tenta, dopo la tappa di apertura di Usini del 4 e 5 agosto ha toccato nel suo tour le piazze di Perfugas, Sanluri, Ploaghe, Arzachena, Tissi, Orgosolo e Villanova Tulo prima di approdare a Stintino nel giorno di ferragosto.

«L’esperienza stintinese ci arricchisce notevolmente – sostiene Gavino Piras, presidente del gruppo e di recente premiato con Oscar dell’integrazione – e per questo diciamo grazie all’amministrazione comunale per averci accolto. Stintino ci darà la possibilità di far godere a tanti turisti uno spettacolo che fa capire quanto siano importanti i confronti culturali e la combinazione di tradizioni diverse».

0 5383
A Stintino il blues di Francesco Piu

In piazza Cala d’Oliva l’11 agosto con la Peace & Groove band

Stintino 10 agosto 2018 – Il grande sound del bluesman Francesco Piu l’11 agosto alle 22, in largo Cala d’Oliva, sarà il richiamo per gli amanti del genere musicale. Una serata in cui il blues si unirà in una miscela esplosiva di funky, rock e soul in chiave acustica.

L’artista e la sua band nella piazza di Stintino porteranno anche i suoni dell’album, Peace & Groove, nato nel 2016 dalla collaborazione con lo scrittore Salvatore Niffoi e inserito dalla riviste specializzate tra i migliori dischi del 2016.

0 5109
Stintino, trent'anni di storia amministrativa
Stintino, trent'anni di storia amministrativa

L’8 agosto il Comune festeggia l’autonomia con un grande spettacolo pirotecnico.

Per Stintino è una data importante, quasi quanto quella della nascita del paese. L’8 agosto, infatti, per il Comune costiero rappresenta il compleanno amministrativo. Una ricorrenza che quest’anno l’amministrazione comunale guidata da Antonio Diana festeggerà con un spettacolo pirotecnico, alle 23, sul lungomare Cristoforo Colombo.

In quel giorno d’estate di trent’anni fa, 8 agosto 1988, il borgo dei pescatori diventava Comune autonomo, smetteva la veste di circoscrizione comunale del Comune di Sassari per indossare gli abiti di amministrazione comunale. E negli anni Stintino è diventata un punto di riferimento nella provincia di Sassari.

Per il Comune e per la comunità stintinese l’autonomia ha un profondo significato: quello di un traguardo raggiunto dopo anni di sacrifici e lotte politiche di un paese che nasce dall’esodo delle 45 famiglie che abitavano sull’isola dell’Asinara e che, il 14 agosto del 1885, fondarono appunto Stintino. L’8 agosto 1988 si raggiunse dunque un obiettivo concreto – del quale gli stintinesi vanno fieri – che vide diversi passaggi, caratterizzati da una serie di battaglie politiche, a volte condotte in maniera non organizzata e omogenea, che nel 1974 avevano portato alla formazione del Comitato per l’autonomia.

«Nel 1974ricorda il primo cittadino Antonio Diana – inizia una vera e propria battaglia politica, fatta anche di viaggi e istanze alla Regione e al Comune di Sassari. Attività spesso sostenute da importanti esponenti della politica sassarese, regionale e nazionale».

Prima dell’autonomia, Stintino non è mai stata rappresentata nel Consiglio comunale di Sassari. Era soltanto una delle circoscrizioni della città, con un ufficio per i certificati, per l’abigeato e la presenza di un funzionario del Comune di Sassari.

«La nostra comunità – prosegue il sindaco – è formata da diverse componenti che hanno permesso di raggiungere il traguardo del 1988: la ricerca di una terra da sentire propria; la volontà di autogestirsi. Staccarsi da una città della quale non ci si sentiva parte, anzi a volte anche abbandonati, per formare una Comunità che in questi trent’anni ha fatto davvero tanto».

In questi anni di storia amministrativa si sono succeduti quattro sindaci. Il primo nel 1989 fu Gavino Benenati. Dal 1990 al 1998 invece la carica venne ricoperta da Giovanni Greco. Dal 1998 al 2007 la fascia tricolore venne indossata da Lorenzo Diana. Dal 2007, da ben tre mandati, Antonio Diana è il primo cittadino di Stintino.

Dieci anni fa a solcare il cielo di Stintino per festeggiare i vent’anni di autonomia fu la pattuglia acrobatica nazionale delle Frecce Tricolori. Uno spettacolo unico nel suo genere, che richiamò sulle spiagge di Pazzona e delle Saline un pubblico numerosissimo. Quest’anno i festeggiamenti si sposteranno sul lungomare Colombo in paese e alle 23 dell’8 agosto la notte stintinese sarà illuminata dai fuochi d’artificio che, organizzati dall’assessorato comunale al Turismo, si preannunciano di grande effetto.

0 4671
Imposta di soggiorno, al via i corsi per gli operatori turistici
Imposta di soggiorno, al via i corsi per gli operatori turistici

In evidenza i 30 anni di autonomia del comune, le sagre della pecora e del maiale arrosto, l’Isola in Vetrina e la Regata di vela latina. Poi ancora musica con il bluesman Francesco Piu, il Gospel e tanti giovani artisti

Saranno ancora la musica, i libri, gli appuntamenti per le famiglie, la cultura, il teatro e le sagre gli eventi in programma nell’agosto stintinese 2018, organizzato dall’assessorato comunale al Turismo guidato da Francesca Demontis. Tante le serate da segnare sul calendario anche per questo mese e, in particolare, i 30 anni dalla nascita di Stintino come Comune autonomo, il grande blues con Francesco Piu, il folklore con A Manu Tenta, L’Isola in Vetrina e la Regata della vela latina. 

L’8 agosto alle 23 sarà uno spettacolo pirotecnico a ricordare il trentesimo compleanno amministrativo del paese. Era, infatti l’8 agosto 1988 quando la piccola borgata di pescatori si “staccava” dal Comune di Sassari. Tutti sul lungo mare Cristoforo Colombo quindi per assistere allo spettacolo che si preannuncia a effetto.

Il grande sound del bluesman Francesco Piu l’11 agosto, in largo Cala d’Oliva, sarà il richiamo per gli amanti del genere musicale. Una serata in cui il blues si unirà in una miscela esplosiva di funky, rock e soul in chiave acustica.

Il folklore sarà quindi il grande protagonista della serata del 15 agosto, con una notte dedicata ai costumi del mondo. Per la prima volta il festival internazionale “A Manu Tenta”, con patria a Usini, si sposterà sul mare a Stintino per un tour che porterà in piazza dei 45, alle ore 21,30, i gruppi del Sud Africa, Argentina, Cile, Ucraina, Messico. A rappresentare la Sardegna sarà il gruppo folk di Usini.

Il 18 agosto, alle 21,30, sarà la volta del Teatro di Mare 2018, uno spettacolo teatrale che si svolgerà a bordo di un veliero attraccato alla banchina del Porto Mannu. Anteprima il 17 per le vie del paese.

Torna a Stintino l’Accademia gospel italiana che, con Alessandro Pozzetto and The rising Vibrations, il 22 agosto alle 22, in piazza dei 45, darà vita al Gospel pop concert.

Immancabile appuntamento, poi, con L’Isola in Vetrina e la Regata della Vela latina: tre giornate ricche di eventi dal 24 al 26 agosto.

Per gli amanti delle sagre da ricordare due date: quella del 3 agosto quando sulla piazza Leonardo Da Vinci a Pozzo San Nicola si svolgerà la sagra della pecora quindi quella del 17 agosto con la sagra del maiale allo spiedo in piazza dei 45 a Stintino.

La piazzetta delle vele di pietra alle 22 ospiterà poi la musica per i giovani: il 12 agosto con i Last Syndrome, il 13 agosto con i Musicanti del marciapiede accanto e il 16 agosto con i Camberra.

Tante le presentazioni di libri organizzate dalla biblioteca comunale di Stintino con autori, librerie e case editrici e che avranno come scenario la piazzetta delle Vele di pietra, sul porto Minori. Il Mut catalizzerà ancora una volta l’attenzione dei turisti con appuntamenti culturali e scientifici. Da segnalare la “Serata sotto le stelle al Mut” il 10 agosto, con inizio alle 19,30.

Per famiglie e bambini proseguiranno gli appuntamenti del lunedì con gli artisti di strada dell’Isthintini busker festival e di FalluDù Lab il giovedì. Ogni venerdì, invece, notte danzante con il Trio Bahia in largo Cala d’Oliva.

Immancabili i mercatini sul lungomare del porto nuovo, sulla banchina del porto vecchio e in piazza dei 45.

Incontro al Mut con l’assessora regionale alla Difesa dell’Ambiente, Donatella Spano. Alla Pelosa in un mese, grazie ai contenitori, raccolte oltre 20mila cicche di sigarette

«Un esempio di intervento virtuoso, che mira alla tutela, alla protezione e alla valorizzazione della spiaggia, che si sta realizzando grazie al finanziamento regionale di 5 milioni di euro». Così l’assessora regionale per la Difesa dell’ambiente Donatella Spano, intervenuta nei giorni scorsi al Mut di Stintino per una conferenza su “I cambiamenti climatici e le azioni della Regione Sardegna”, ha descritto il progetto di salvaguardia della spiaggia della Pelosa.

L’incontro che si è tenuto nella sala conferenze del museo della Tonnara era organizzato dal Centro studi sulla civiltà del mare nell’ambito degli appuntamenti scientifici estivi. Un momento di riflessione sulle azioni da adottare a livello internazionale, nazionale e regionale per far fronte ai cambiamenti climatici che stanno interessando il pianeta. L’assessore, così, oltre a mettere in evidenza le azioni realizzate dalla Regione, con gli investimenti nelle reti natura, nei parchi, negli interventi di forestazione e nella lotta agli incendi, si è soffermata proprio sul progetto per la Pelosa.

«Un esempio – ha proseguito la rappresentante della giunta di Francesco Pigliaru – di buona pratica, per la scelta dell’approccio di delocalizzazione e messa in sicurezza che mira al ripristino degli ecosistemi restituendo la maggior parte possibile di spiaggia alla naturalità».

«Un progetto di cui andiamo fieri e che ha fatto parlare di sé in tutta Italia – ha aggiunto il sindaco di Stintino Antonio Diana – da molti considerato, inoltre, un esempio di salvaguardia da imitare».

Un progetto da 18 milioni di euro che, nelle intenzioni dell’amministrazione comunale si realizzerà per lotti funzionali. E i primi in programma sono proprio quelli che prevedono lo smantellamento della strada asfaltata nel tratto compreso tra il Gabbiano e la Pelosetta. Lavori importanti che, così è stato previsto, avranno un costo di circa 5 milioni di euro, al momento interamente finanzianti dalla Regione.

«La nostra speranza – ha aggiunto il primo cittadino – è quella di poter aver un ulteriore finanziamento dalla Regione».

Procede intanto l’attività dell’amministrazione comunale di promozione e controllo sulla spiaggia considerata una delle più belle al mondo. Il regolamento sull’utilizzo dei litorali, approvato dal consiglio comunale a maggio e che ha introdotto alcune importanti regole come l’uso della stuoia, il lavaggio di oggetti e piedi all’uscita dalla spiaggia, stra trovando un forte consenso tra i fruitori della Pelosa. Tra le regole introdotte quella del divieto di fumo in spiaggia e la possibilità di fumare soltanto nelle aree attrezzate, allestite dal Comune.

«Proprio in questi giorni è iniziata la pulizia dei raccoglitori di cicche. Sono stati ritirati numerosi sacchetti con oltre 20mila cicche – ha detto a margine dell’incontro l’assessore al Turismo Francesca Demontis – a dimostrazione che le regole, accompagnate dai servizi, consentono di ottenere importanti risultati. Se i raccoglitori non ci fossero stati, infatti, abbiamo stimato che almeno l’80 per cento di quelle cicche sarebbe stata buttata nella sabbia della Pelosa».

0 2814
A Stintino venti edizioni di Sagra del tonno
A Stintino venti edizioni di Sagra del tonno

Domani in piazza dei 45 tra stand, musica e degustazioni.

Si aprirà alle 19 di domani (sabato 21 luglio), in Piazza dei 45, la ventesima edizione della Sagra del tonno. Stand espositivi, degustazioni di tonno e tanta musica saranno i principali ingredienti di una manifestazione che, negli anni, è diventata una tradizione, un appuntamento atteso dai tanti turisti che frequentano la località turistica che si affaccia sul golfo dell’Asinara.

Tonno arrosto, un’insalata fresca di tonno, pane, vino, acqua e un immancabile bicchiere di vino saranno le portate che saranno distribuite dai volontari della Pro loco stintinese.
La manifestazione prenderà il via alle 19 quando, sulla piazza dedicata alle 45 famiglie che fondarono il paese, si apriranno al pubblico gli stand che ospiteranno aziende isolane pronte a mettere in mostra i loro prodotti artigianali ed enogastronomici. Alle 20 i volontari dell’associazione di promozione turistica di via Sassari, coordinati dal presidente Vincenzo Mura, inizieranno la distribuzione delle succulenti portate di tonno. Alle 21, invece, sarà la musica dei “Disco 70 Original Freesound” ad animare la serata.

La sagra del tonno, organizzata dalla Pro loco con il patrocinio dell’amministrazione comunale, assessorato al Turismo, «diventa – afferma l’assessora Francesca Demontis – per il paese una vera e propria “risorsa culturale”, espressione di storia, cultura locale, ambiente, paesaggio, produzioni artigianali e sapori locali. La manifestazione, cresciuta negli anni anche sotto la spinta del collega di giunta Angelo Schiaffino che mi ha preceduto in questo incarico, rappresenta un percorso di ricostruzione, archiviazione, e richiamo della memoria storica. Che con il museo della Tonnara, prima sul porto Mannu e da alcuni nella nuova location all’ex Alpi, rappresenta un aspetto identitario della nostra comunità», conclude.

Tra gli eventi in programma sabato si segnalano anche il saggio finale degli allievi di Stintino Classica, alle ore 11, 30 nella chiesa parrocchiale dell’Immacolata Concezione; alle 21, invece, il saggio finale degli allievi di Stintino Jazz in largo Cala d’Oliva.

NEWS

0 525
Conclusa la quarta edizione di Dialogando che ha messo al centro le questioni della religione, dell'identità e della cooperazione. Un ponte tra le comunità, una...

EVENTI