Meteo

0 775

STINTINO – Freddo e neve, sono queste le previsioni per le prossime 24-36 ore. A renderlo noto è il Dipartimento della protezione civile che oggi ha emesso un avviso di condizioni meteo avverse. Ed è per questo che oggi la Prefettura di Sassari ha emanato l’allerta emergenza neve con l’attivazione del piano straordinario.

Nel bollettino della protezione civile si legge che da oggi e per le prossime 24-36 ore si prevedono nevicate inizialmente al di sopra dei 300-500 metri sulla Sardegna centro settentrionale, in calo dalla prime ore della giornata di domani, fino ai 100-300 metri.

Le nevicate, moderate, potrebbero verificarsi anche al livello del mare, mentre potrebbero essere abbondanti sui rilievi della Sardegna. Sono previste inoltre gelate sull’intera isola.

Da domani e per tutto il fine settimana, infine, sono previsti venti forti e di burrasca nel nord Sardegna.

Fonte: stintinonotizie.it

0 778

La protezione civile ha emanato un avviso di allerta per rischio idrogeologico di criticità moderata che interesserà diverse zone della Sardegna nella giornata di oggi.

Un avviso di allerta per rischio idrogeologico è stato diffuso ieri sera dal Dipartimento di Protezione civile per le successive 24 ore. In particolare è stato segnalato per la Sardegna un “livello di criticità moderata”. Si prevedono precipitazioni sparse e diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale localmente di forte intensità. I fenomeni saranno accompagnati da scariche elettriche e da forti raffiche di vento.

Fonte: L’Unione Sarda di Lunedì 22 Novembre 2010

0 791

Piogge intense, raffiche di vento e crollo delle temperature: non è emergenza maltempo come in Veneto, ma l’inverno è arrivato anche in Sardegna in anticipo sul calendario.

Pioggia, vento, mareggiate e crollo delle temperature di parecchi gradi. Il nord Italia ha inaugurato l’inverno in anticipo sul calendario all’insegna del freddo. E da ieri il maltempo si è spostato in Sardegna. Dalla tarda serata di ieri, infatti, piove incessantemente su tutta l’Isola: la situazione più critica, ma comunque sotto controllo, si registra a Macomer dove sono caduti oltre venti centimetri d’acqua.

PREVISIONI. Il momento peggiore della giornata dovrebbe essere il pomeriggio: le precipitazioni potrebbero farsi particolarmente intense. In serata, invece, i venti dovrebbero perdere intensità, ma le piogge potrebbero proseguire fino a notte inoltrata. E in molti, pensando a quanto accadde il 22 ottobre del 2008, incrociano le dita.

DOMANI. Il capitano Cristian Pacini, dell’ufficio Meteorologico dell’aeroporto di Decimomannu avverte: “Domani il tempo sarà sulla falsariga di quello di oggi. I fenomeni saranno in attenuazione per lo spostamento della perturbazione verso i Balcani. In pratica – aggiunge l’ufficiale – diminuiranno le piogge, ma non il moto agitato dei mari lungo le coste occidentali”.

Fonte: L’Unione Sarda di Martedì 09 Novembre 2010

NEWS

A Pozzo San Nicola la festa del patrono

0 4523
Tre giornate, dal 21 al 23 settembre, con la sagra della pecora, il concerto dei Tazenda e la processione del simulacro del santo per...

EVENTI