Censite le colonie feline a Stintino

Censite le colonie feline a Stintino

0 6293
Tina il gatto comunale
Tina il gatto comunale

Rilevamento curato da volontari grazie a ordinanza del sindaco emessa nel 2014. Adesso si pensa alla sterilizzazione che dovrà essere concordata con la Assl.

«I gatti liberi come gli altri animali sono patrimonio cittadino, posti sotto la tutela del sindaco e hanno diritto a ricevere alimentazione, riparo e cure». Recità così l’avviso che dal 2014 l’amministrazione comunale di Stintino ha appeso alla bacheca esterna del palazzo Comunale di via Torre Falcone. Un segno di attenzione che la giunta guidata da Antonio Diana ha voluto dare verso i piccoli felini che vivono sul territorio comunale.

L’avviso, che ricorda il divieto di maltrattarli e allontanarli dal loro habitat salvo disposizione dell’autorità sanitaria e che la legge punisce i maltrattamenti (art. 544-ter codice penale), fa parte di una ordinanza che mira alla realizzazione di un censimento delle colonie feline. Un rilevamento da fare anche grazie il tramite di cittadini che a titolo di volontari si rendono disponibili a farlo.

«Stiamo valutando di sostenere, nei limiti consentiti dal bilancio, l’attività di questi volontari che, in questi anni, hanno realizzato un lavoro importante – afferma il sindaco di Stintino Antonio Diana –. Si sono organizzati e, con il contributo di cittadini, hanno realizzato un censimento delle colonie feline che abitano il territorio comunale. Un’attività che l’amministrazione non sarebbe certo stata in grado di fare.

«Questo censimento adesso – prosegue – dovrà essere studiato e, così come previsto nella delibera del 2014, sarà affisso in albo pretorio per consentire, a chi lo volesse, l’adozione dell’animale e la custodia o il riconoscimento del proprio animale di affezione», afferma ancora il primo cittadino.

Il censimento potrà aiutare anche una successiva attività, quella dell’Assl che ha competenza per la sterilizzazione dei gatti e la loro riammissione nel loro habitat, cioè la colonia felina nella quale dimorano. La cattura potrà essere fatta con la collaborazione degli stessi cittadini-gattari.

Le colonie feline già individuate sono presenti a Le Vele, quindi ai Lentischi di Cala Lupo e sempre a Cala Lupo alle Eriche e ai Ginepri, poi ancora a Rocca Ruja e al Rocca Ruja comparto 1 Nord.

L’attenzione verso i gatti il Comune, con tutti i dipendenti, l’ha dimostrata in questi anni anche con l’adozione di una piccola gattina dal manto tigrato nero e marroncino, di nome Tina, che è stata sterilizzata. Il personale ha predisposto una cuccia all’interno del giardino che si trova al centro dell’edificio di via Torre Falcone. Una piccola “collega” di lavoro che ottiene sempre l’attenzione e la cura di tutti i dipendenti del Comune.